I modellini di Alfredo Zaza D'Aulisio fanno scuola

Avere una passione è senz’altro positivo. Condividerla con una classe intera dell’Istituto G. Randaccio è entusiasmante. La professoressa Alessandra Fratta, vedendo sul sito www.zazabikes.com i modellini riproducenti classicissime “due ruote” realizzati con estrema cura da Alfredo Zaza d’Aulisio mediante l’uso di compensato, ha voluto approfondire l’argomento. Martedì 6 febbraio il direttore sportivo del Team Isonzo Giovanissimi sarà invitato all’istituto G. Randaccio di Monfalcone per spiegare tutte le tappe necessarie alla realizzazione delle fantastiche biciclettine, portando tutti gli arnesi necessari alla messa a punto dei modellini.
Venerdì 9 febbraio servirà per far vedere agli alunni dell’Istituto monfalconese una vera bicicletta da corsa, in tutti i suoi componenti: necessario l’apporto di Adolfo Bergamasco, meccanico del Team Isonzo-Ciclistica Pieris, che assieme ad Alfredo Zaza d’Aulisio smonterà e rimonterà il mezzo ciclistico, spiegando l’utilità e la dinamica di ogni singolo pezzo.
Il binomio ciclo-cultura continuerà con un viaggio educativo treno-bicicletta, e culminerà con la famosa Randaccio Pedala impostata da anni dall’Istituto Randaccio con la collaborazione tecnica del Team Isonzo-Ciclistica Pieris, che vedrà alunni, professori, simpatizzanti formare un corposo gruppo che andrà a toccare con mano la natura circostante, dimenticando per un giorno l’automobile in garage.


nella foto: Zaza D'Aulisio con il Presidente FCI Di Rocco