Cortellessa conquista Pieris

Le foto della giornata:

Scatto di Tomizza
La coppia di testa 1° anno
Zaza d'Aulisio ripreso dal gruppo
La vittoria di Comuzzi
L'arrivo di Bedin
Esordienti 2° anno alla partenza
Tentativo di evasione di Parolin
Cortellessa controlla
Marco Parolin in testa al gruppo
Cortellessa controlla
Tentativo di Nicholas Marsi
Nicholas Marsi
L'indimenticabile Luca Vivan
Davide Cortellessa
Terzo e quarto es. 2° anno
Marco Parolin caduto
Il vincitore Cortellessa assieme al DS G.Carlet
Ordine d'Arrivo 1° anno
Roger Gobbo 7° cl. 1° anno
Daniele Millo 6° cl. 1° anno
Stefano Bedin 5° cl. 1° anno
Besteer Nejc 2° cl. 1° anno
Podio 1° anno
Nicholas Marsi 6° cl. 2° anno
Nicholas Castellan 3° cl. 2° anno
Podio 2° anno
Podio 2° anno
Direttori sportivi
DS con primi tre del 1° e 2° anno
Giorgio Scarpa ritira il trofeo Friulair Dryers
Onorino Trusgnach - Latisana
Foto di Gruppo AC Pieris - Team Isonzo
Foto di Gruppo AC Pieris - Team Isonzo

Le foto dei giovanissimi a Gemona del Friuli



Domenica 24 aprile una sessantina di giovanissimi disputavano la seconda edizione del “Ciclocross San Marco”. Tra gli iscritti all’Associazione Ciclistica Pieris – Team Isonzo da segnalare il 6° posto del G1 Giovanni Caldaralo; tra i G2 il 1° posto di Christian Moratti, il 4° di Vlad Morar e il 1° posto tra le ragazzine di Martina Sandrin; tra i G3 il 1° posto di Mattia Zotti, il 7° di Enrico Voltolina, l’ottavo di Alessandro Tirelli e il 1° posto tra le ragazzine di Eleonora Zaza D’Aulisio; tra i G4 il 1° posto di Elia Gava e il 4° di Alexandru Lucas; tra i G5 il 7° posto di Matteo Percoco e l’ottavo di Emanuele Bulbo; tra i G6 il 3° posto di Elia Pangos e il 7° di Andrea Furlanut.

A Pieris erano gli esordienti a contendersi il IX Trofeo Sandro Baggioli – XI Trofeo Friulair Dryers, manifestazione organizzata dal GS Moratti. L’andatura della gara della prima batteria, che contava di 44 partenti, dopo una prima fase di studio, iniziava a farsi sostenuta soprattutto per i tentativi di evasione dei corridori dell’A.C. Pieris – Team Isonzo Daniele Millo, Giuseppe Vittor e Andrea Codutti. All’inizio del 5° dei sette giri in programma sorprendeva gli atleti dell’AC Pieris – Team Isonzo lo scatto di Andrea Comuzzi (Rivignano) e Nejc Besteer (Sava Kranj), i quali, trovato subito l’accordo, resistevano anche allo strenuo tentativo di rimontare lo svantaggio da parte di Emanuele Zaza D’Aulisio (AC Pieris – Team Isonzo). Vinceva Comuzzi su Besteer. Lo sprint di gruppo vedeva la ruota di Tiziano Trevisan (Rivignano) prevalere su Valentino Mezzavilla (Flaibanese). Buona la prova di Stefano Bedin e Daniele Millo (AC Pieris – Team Isonzo), rispettivamente 5° e 6° al traguardo. Per la gara del secondo anno della categoria, 35 partenti, si iniziava subito a fare sul serio, con scatti di corridori della vicina Slovenia. Ma erano soprattutto gli atleti dell’AC Pieris – Team Isonzo a mettersi in evidenza con Marco Parolin, vincitore anche di un traguardo intermedio, Nicholas Marsi, attento a mettersi alla ruota degli attaccanti e Davide Cortellessa, autore di un allungo. L’ultimo giro si assisteva alla scivolata di Marco Parolin, per fortuna senza conseguenze. La gara era destinata ad un arrivo a ranghi compatti. Ai duecento metri finali si alzavano sui pedali Fernand Marcon (Fontanafredda) e Davide Cortellessa (AC Pieris – Team Isonzo), i quali iniziavano un sprint entusiasmante che li portava appaiati fino sulla linea d’arrivo. Al fotofinish la sentenza definitiva che stabiliva la 2° vittoria consecutiva per Davide Cortellessa. Al terzo posto si piazzava Nicholas Castellan (Pasiano) seguito da Arshad Trusgnach (Latisana). A coronare la giornata proficua per l’AC Pieris – Team Isonzo giungeva il sesto posto del bravo Nicholas Marsi.

Gli esordienti il 25 aprile disputavano a Manzano il 25° Trofeo della Resistenza, su un percorso impegnativo che prevedeva la scalata all'Abbazia di Corno di Rosazzo. Il gruppo dei primo anno composto da 58 atleti, dopo aver disputato la prima parte di gara ad andatura turistica, si sfilacciava proprio in vista dell'Abbazia, proponendo otto ciclisti con una ventina di secondi sul grosso. Vinceva Manuel Piccolo (Edilsoligo) su Leonardo Masiero (GS Bernardi) che distanziavano di una manciata di secondi i compagni di fuga regolati da Andrea Comuzzi (Rivignano). Buon settimo Giuseppe Vittor (AC Pieris - Team Isonzo), mentre Emanuele Zaza d'Aulisio regolava il plotone piazzandosi al nono posto. La gara del secondo anno perdeva alla partenza uno dei probabili vincitori: soffrendo il freddo, accusava dei problemi muscolari già nel riscaldamento Davide Cortellessa. Anche Marco Parolin, sicuro protagonista, doveva arrendersi anzitempo causa il dolore provocato dalla caduta del giorno precedente a Pieris. Tutte le speranze per l'AC Pieris - Team Isonzo venivano riposte su Nicholas Marsi che, superata l'Abbazia con i primi, lottava spalla a spalla con i migliori nella volata finale. Vinceva Fernand Marcon (Fontanafredda) che riusciva a prevalere su Marco Mazzetto (Donna Carolina). Conquistava uno splendido quarto posto Nicholas Marsi (AC Pieris - Team Isonzo).