Davide Cortellessa 2° a Teor

Le foto della giornata

-Massimo Romano prima della gara per esordienti a Teor
-Trava Razvan Andrej prima della gara per esordienti a Teor
-Davide Cortellessa prima della gara per esordienti a Teor
-Matteo Moratti prima della gara per esordienti a Teor
-Esordienti 1° anno alla partenza
-Esordienti 1° anno alla partenza
-Arrivo es. 1° anno con Davide Cortellessa 2°
-Esordienti 2° anno alla partenza
-Esordienti 2° anno alla partenza
-Esordienti 2° anno alla partenza
-Esordienti 2° anno alla partenza
-Esordienti 2° anno alla partenza
-Un passaggio Esordienti 2° anno
-Il DS Esordienti Giorgio Scarpa
-Il podio esordienti 1° anno con Davide Cortellessa al secondo posto
-Esordienti 2° anno alla partenza
-Giovanissimi a Tarcento
-Giovanissimi a Tarcento
-Giovanissimi a Tarcento
-Giovanissimi a Tarcento
-Giovanissimi a Tarcento
-Giovanissimi a Tarcento
-Giovanissimi a Tarcento
-Giovanissimi a Tarcento
-Giovanissimi a Tarcento

Domenica 23 maggio si svolgeva a Teor il 14° GP BCC della Bassa Friulana, manifestazione organizzata dal VC Rivignano per la categoria esordienti. Entrambe le gare terminavano con uno sprint a ranghi compatti. Per il primo anno vinceva Fernand Marcon (Fontanafredda) che precedeva il bravo Davide Cortellessa (A.C. Pieris - Arr. Tellini) e Davide Gava (Sacilese). La seconda batteria - corsa alla media di 37 km/h - veniva vinta dallo sloveno Avbelj Nejc (Radenska) su Bulocchi Valter (Puiese) e Poljanec Erik (Sloga 1902).

Gli allievi disputavano a Manzano il 12° Memorial Cappello - 5° Memorial Basso. Impegnativo il percorso di gara che vedeva l'erta dell'Abbazia di Corno di Rosazzo da ripetere 5 volte. I corridori sloveni dominavano la competizione, passando piu' volte primi sul Gran Premio della Montagna e lanciando Furdi Blaz (KRKA Novo Mesto) in un azione solitaria che lo vedeva giungere a Manzano con un minuto e mezzo sul gruppo e vincere a braccia alzate l'ambita manifestazione. La volata di quello che rimaneva del plotone - 43 arrivati su 81 partenti - vedeva prevalere Silvio Trabucco (Fontanafredda) su Marco Gani (Libertas Gradisca). Convincente la prova di Luca Vivan, che riuscito a scollinare con i primi, si piazzava in settima posizione.