Con 22 presenze l’AC Pieris conquista il trofeo a Teor

Le foto della giornata

-Reportage fotografico di Sandro Sandrin

-Gara per giovanissimi a Teor: i premi
-G1: Martina Sandrin 1^ classificata
-G1: Martina Sandrin 1^ classificata
-G1: Martina Sandrin 1^ e Christian Moratti 5°
-G2: Mattia Zotti 3° classificato
-G2: Enrico Voltolina 2° classificato
-G2: Il podio
-G2: Enrico Voltolina 2° classificato
-G4: Pasquale Silvestri 3° classificato
-G4: Pasquale Silvestri 3° classificato
-G4: Il podio
-G4: Pasquale Silvestri 3° classificato
-G6: Giuseppe Vittor
-G6: Giuseppe Vittor
-G4: Pasquale Silvestri
-Massimo Zotti DS Cat. Giovanissimi ritira il trofeo per l'AC Pieris
-Massimo Zotti DS Cat. Giovanissimi
-I Giovanissimi dell'AC Pieris
-I Giovanissimi dell'AC Pieris
-I Giovanissimi dell'AC Pieris







Domenica 12 settembre si disputava a Teor (UD) il 16° GP Comune di Teor, manifestazione che vedeva ai nastri di partenza ben 110 giovanissimi. Imponente era la partecipazione dell’Associazione Ciclistica Pieris che con 22 atleti conquistava il prestigioso trofeo.
Questi i risultati:
G1: - 5° Moratti Christian;
10° Morar Vlad;
11° e 1^ ragazzina Sandrin Martina;
G2: - 2° Voltolina Enrico;
3° Zotti Mattia;
11° Tirelli Alessandro;
15° Oppressere Davide;
21° Zaza D’Aulisio Eleonora;
22° Codutti Luca;
G3: - 9° Di Guglielmo Riccardo;
10° Gava Elia;
13° Lucas Alexandru;
G4: - 3° Silvestri Pasquale;
12° Percoco Matteo;
14° Bulbo Emanuele;
G5: - 5° Pangos Elia;
G6: - 8° Milic Alex;
12° Zaza D’Aulisio Emanuele;
17° Longo Roby;
21° Codutti Andrea;
25° Vittor Giuseppe;
26° Gregoris Angelo. –

- A Bannia di Fiume Veneto gli esordienti disputavano il Trofeo Tavella su un percorso pianeggiante. Erano 14 i giri da percorrere per quanto riguarda il primo anno e sin dalle prime tornate si poteva assistere a dei tentativi di fuga da parte dei corridori dell’Associazione Ciclistica Pieris che, a turno, cercavano di eludere la guardia montata dagli uomini del Fontanafredda. Nessuna azione solitaria aveva buon esito, così si assisteva ad uno sprint a ranghi compatti che proponeva Fernand Marcon (Fontanafredda) quale vincitore. Da elogiare il comportamento di tutti i rappresentanti dell’AC Pieris che, nonostante i tentativi di evasione andati a vuoto, riuscivano a piazzarsi in terza posizione con Davide Cortellessa, in quarta con Marco Parolin e in ottava con Federico Carlet, ed a terminare in formazione compatta la gara. La prova del secondo anno prevedeva 18 giri del percorso. L’ordine di scuderia era di portare Matteo Moratti fresco fino al 14° giro, dopodichè l’atleta pierissino avrebbe potuto sfruttare le sue capacità di passista veloce per tentare l’azione solitaria. Ma nella gara di Bannia le fughe erano impossibili, così Matteo Moratti chiedeva a Elia Canciani di sacrificarsi per portarlo tra le prime posizioni in prossimità dell’ultima insidiosa curva. Con un’azione che rende grande il ciclismo e che deve pagare quanto il piazzamento finale, Elia Canciani da gregario perfetto, lasciava Matteo Moratti in quarta posizione per affrontare la curva decisiva; questi, stanco per i tentativi di fuga fatti in precedenza, non riusciva a rimontare, ma sapendo del sacrificio fatto dal suo compagno, resisteva ai tentativi di rimonta degli avversari, riuscendo a cogliere la quarta piazza. -